Come sapete, alcuni brani dei N.T. furono utilizzati come sigla per trasmissioni televisive. Se non sbaglio, e qui chiedo conferma ed aggiunte agli "esperti": la prima fu "Un'Ora", composta non da loro ma da Amurri-Canfora, ed utilizzata per uno spettacolo intitolato "Stasera" (non ricordo cosa fosse). Poi, naturalmente, il "CG1" utilizzato, credo, in diverse tramissioni, però non ricordo quali. Seguì "Black hand" per lo sceneggiato poliziesco "Petrosino". In ultimo "Là nella casa dell'angelo" per il programma dei primi anni ottanta "Discoring". Ci sono poi - come colonne sonore però - il singolo del '68 "Cristalli fragili" dal film "Bandolero" con il retro "Ehi tu, ritorna" dal film "I dannati della terra" ed, ovviamente - come autori/interpreti - della colonna sonora di "Terzo canale-avventura a Montecarlo".
Attendo integrazioni alla lista.

Ciao
MER

----

Ciao,
ecco l'integrazione da te richiesta.
Nel contratto WEA dei NT, c'era l'accordo per un album e un 45 extra l'anno da inserire in sigle televisive, il che fu regolarmente fatto.
Nel 1979 uscì "Anche noi" (lato B era "Prima del concerto"), composto da Bardotti-Caruso e utilizzato come sigla di "Luna Park", varietà condotto da Pippo Baudo che vedeva l'esordio televisivo di Tullio Solenghi e il passaggio alla TV per Fioretta Mari (bravissima attrice di teatro e oggi "esaminatrice" del programma "Saranno famosi" della De Filippi).
"Prima del concerto" nacque da un'idea di Giorgio D'Adamo, che risulta accreditato come compositore.
Nel 1980, fu la volta di "Musica", utilizzata per le 5 puntate di "Superstar", una trasmissione di Gianni Boncompagni registrata al Piper di Roma in cui tutti gli ospiti musicali si esibivano in "finto-live" e i NT eseguirono medley dei Beatles, gruppi italiani, Rolling Stones e gruppi stranieri in quest'ordine nelle prime 4 puntate (esibizioni veramente molto belle, sia per gli arrangiamenti che per l'esecuzione).
Per l'ultima puntata era prevista l'esecuzione live di Musica, ma al dunque si utilizzò il finto-live. Sul retro "Poster" prese all'ultimo minuto il posto del brano da alcuni conosciuto come "Siamo contenti" e con cui aprivano i concerti di quel periodo.
Ci sarebbe da aggiungere l'utilizzo, anche se non come sigle, nei primissimi anni '80 delle versioni strumentali di "Searching" e "In St. Peter Day" tra le musiche che allietavano la presenza del monoscopio RAI nei momenti in cui non c'erano trasmissioni.
Tali versioni erano anastatiche a quelle su disco, ma senza la voce.
Ave
diBO
----
Grazie per le informazioni.
Ritorno su un problema già sollevato in precedenza. Entrare in possesso, tramite la Rai che sta tirando fuori materiale dai suoi archivi (vedi i cd "Via Asiago") di materiale audio/video dei Folletti. Rammento, ancora una volta, per esempio la sigla "Lasciami vedere il sole", del tutto inedita. Una domanda: ricordate se i N.T. parteciparono a "Senza rete"?

Ciao
MER

----