Le parole di Stefano Pieri, organizzatore della manifestazione per il cinquantenario della sede AVIS locale, escono a stento quando sale sul palco per ringraziare i numerosissimi presenti intervenuti alla manifestazione. Il Mito New Trolls apre la serata con "Musica", un ottimo biglietto di presentazione per uno spettacolo che da anni si attendeva e che, finalmente, può dispiegarsi in tutte le sue note in una lunga e luminosa serata estiva. Ripetute standing ovation accompagnano i singoli brani, di volta in volta riconosciuti fin dalle prime note dai presenti; l'affetto di sempre per Nico Di Palo ha il calore di un abbraccio da parte dei tanti che gli vogliono bene e che sono presenti, anche fin dal mattino, allo stadio di Tradate.
Il percorso musicale offerto al pubblico dal "Mito New Trolls" si snoda agilmente a partire dai brani d'esordio della band, attraversa un medley di pezzi significativi del periodo dei primi anni '70, tra cui le ballate di "Senza orario, senza bandiera", fino al culmine raggiunto nell'eccezionale seconda parte del concerto: un'autentico show che propone il meglio del progressive della band con la versione rock di "Una notte sul Monte Calvo" di Mussorgsky, un trittico dai Concerti Grossi, una parentesi con i successi di "Una Miniera" e "Quella carezza della sera" e la vitalità esplosiva di "Le roi soleil", tra luci e fumi colorati, applauditissima chiusura in stile Queen della loro esibizione.
Il "Mito NT" lascia il palco al "Banco del Mutuo soccorso" e, a seguire, alle "Orme", per altre ore di ottima musica che prolungano l'evento-progressive fino a tarda serata. L'attesa e la pazienza del pubblico sono state premiate nel modo migliore, con musica di qualità e la professionalità dei protagonisti sul palco; la prospettiva di un concerto analogo per i prossimi anni è ben più che un semplice desiderio per i lodevoli organizzatori della manifestazione, oltre che per i tanti che hanno assaporato, con nostalgia e affetto, la musica di una vita.