LA MIA GENERAZIONE

Autori:

Cheope Belleno Di Palo De Scalzi Belloni

 

 

 

 

 

 

L'autostrada oggi era intasata e chiuso dentro in un'auto c'ero pure io
La gente lungo i bordi innervosita ce l'aveva col governo e anche con Dio
Faceva caldo sotto il sole ma io restavo calmo e zitto come mai
Ho un po' paura di indagare

Tornando verso casa ho visto due bambini che davano per strada calci ad un pallone
Li ho visti con spavento così vicini che ho frenato con violenza
È inutile riflettere su come questo può succedere
L'importante è vivere come mai come mai non c'è rabbia

Si è spenta ormai la mia generazione
È caduta nel nulla la mia generazione
Rapita così dall'occhio del ciclone
Che trascina lontano la mia generazione

Stanotte sarà stata quasi mezzanotte seduti tutti in fila sopra un gradino
Siringhe ovunque almeno sette è inutile persino stringersi vicino
Puoi ucciderti se vuoi non cambia niente come sai
È inutile riflettere su come questo può succedere
L'importante è vivere come mai come mai non c'è rabbia