FACCIA DI CANE

Autori:

Di Palo De Scalzi Belleno Belloni

 

 

 

 

 

 

Oh oh oh oh ….
Faccia di cane nasce alla stazione
Dentro una barca a forma di vagone ha già vent'anni ormai
Ghiaccio a Natale sopra i marciapiedi
La donna grassa non si tiene in piedi e si fa piccola

La gente ride ma lui le dà una mano e la riporta su
Fante di cuori ormai non ci si crede neanche più

In questa città vorrei piantarci un faro
Per vederci più chiaro
In questa città vorrei trovarci il sale
In questa città che prende a calci un cane
Mentre muore di fame
In questa città che affoga senza il mare

Faccia di cane aveva questa idea
Dare ai vagoni forma di galea speranze all'ancora
Ma alla stazione nasce un altro cane
Figlio di faccia pressappoco uguale
Ha già vent'anni ormai

La gente cade e lui con una mano e la riporta su
La gente ride con uno schiaffo lui la sbatte giù