Un raduno di net-friends non passa mai inosservato…e inascoltato! Nessuno a San Godenzo, bellissima e tranquilla località del Mugello, ha potuto fare a meno di notare che stava succedendo "qualcosa di importante", pubblicizzata da decine e decine di manifesti lungo le strade e dal nostro sito web, ogni settimana più frequentato. Qualcosa di importante perché va ogni volta al di là della musica che ci ha fatti incontrare, scavalcandola in un abbraccio atteso per tutto l'anno: quello di amici che si incontrano da ogni parte d'Italia, magari per la prima volta, dopo contatti mediati solo da un monitor o un telefono.
E' semplicemente LA FESTA, quella del pranzo insieme sotto la pergola di un localino di campagna, dei progetti per il futuro che vengono fuori uno dopo l'altro, degli aneddoti e le risate, della ricerca di un po' d'ombra sotto un secolare castagneto che, la sera, ha ospitato la nostra jam-session con musica dei NT e di altre band quali Led Zeppelin e Deep Purple. DiBO, Giuseppe, Franco Malgioglio (accurato organizzatore del raduno, al quale vanno i nostri ringraziamenti) e la band "Quelli come noi" di Cologno Monzese hanno intrattenuto fino a tarda notte non solo i net-friends convenuti, ma anche gli abitanti del paese, richiamati dall'avvenimento e dalla semplice e calorosa amicizia che solo la musica sa esprimere, anche quando non ci si conosce. E allora non si trova alcuna difficoltà a ballare sul prato, sotto gli immensi castagni e la luna quasi piena, seguendo ritmi e note degli strumenti dei nostri net-friends, la cui musica viene innanzitutto dal cuore e raggiunge, con tutta naturalezza chiunque voglia riceverla e lasciarsi coinvolgere.
L'occasione stessa del raduno, anche per chi non ha potuto essere presente, è ricompensa per quanto atteso da un anno: gioia di stare insieme, anche ricevendo telefonate di altri net-friends che desideravano esserci e, comunque, sentivamo presenti con il loro affetto; la semplicità coinvolgente di momenti in comune, un paio di chitarre e un bagno sotto la cascata del "Doccione", momento di sollievo dal gran caldo di questo inizio d'estate; in poche parole: sentirsi immediatamente a proprio agio.
Raccolgo un dialogo tra Fabio di Ravenna e Roberto, il nostro vice-presidente, sul sentiero nel castagneto. Fabio: - La mia ragazza molto timida a stento l'ho convinta a venire a questo raduno e solo ora mi dice "che bello,che simpatia!", ma tutte le volte che vi ritrovate è sempre così? Roberto: - Sempre e sempre meglio! Fabio: - Ragazzi, vi prego: continuate a questo modo, non cambiate mai! Roberto: - Il Net-club è una cosa seria ma noi siamo persone "matte"che con poco sanno divertirsi ! Ed è, quello di Fabio, anche il desiderio di tutti gli altri; in giorni come questi trascorsi insieme ci rendiamo conto dell'eccezionale grandezza delle piccole cose fatte con tutto il cuore.